Post

SMART IMPROV - English version

Immagine
Over the last decades, Improv theatre has accomplished a lot, way beyond Italy. Thanks to international partnerships and collaborations, the world has seen a lovely tsunami of new shows and ideas, being monologues, dialogues, group shows, puppets, musicals, without words, comedies, dramas, based on real life, on pictures, maps, sounds and what-have-you; and everything has found its place on stage, thanks to dozens of local and global festivals, where we could discover and breathe all of this and more.
Yep.
On stage.

Because, well, when we're talking about new stage productions, we're probably in the golden era of improv theatre; but when we look for the same creativity in finding new "stages", it's not exactly gold we're talking about.The neverending challenge between improv-on-stage and improv-on-screen is still facing some kind of standoff where very little is moving, and the only hearable voice is the one glorifying the powers of improv in front of a live audi…

Smart Impro

Immagine
Negli ultimi anni l’improvvisazione teatrale ha prodotto moltissimo, non solo in Italia.
Grazie alla collaborazione tra realtà di tutto il mondo, sono nati una miriade di nuovi format, per uno, due o decine di attori sulla scena; li abbiamo visti coi pupazzi, musicali, muti, comici, drammatici, basati su storie vere, che prendono spunto da fotografie, mapping, suono e quant’altro; tutto questo ha trovato spazio in decine di festival nazionali e internazionali dove è transitato tutto quanto si possa immaginare su un palco.

Già.
Su un palco.

Perché in termini di nuovi “spazi”, questi prolifici ultimi anni hanno prodotto ben poco.
L’eterna sfida tra improvvisazione-in-teatro e improvvisazione-in-tv è finita in uno stallo tra le parti e per lo più hanno avuto la meglio i sostenitori della magia dell’impro svolta esclusivamente dal vivo, sul palco.

L’improvvisazione extra-teatrale è sempre stata vista come una nicchia difficilmente realizzabile, non certo come un’opportunità da cogliere al volo…

Alla Velocità della Vita - PREMESSA

Immagine
Ciao Improvvisatori!

Vi ricordate quando potevamo incontrarci, fare lezioni di teatro, giocare insieme, invitare parenti a spettacoli rigorosamente SOLDOUT? Bei tempi, vero?

Non sono mancate le occasioni online, per quanto non sia la stessa cosa ovviamente (ne parliamo nel nostro nuovo Osservatorio Impro). Ma probabilmente in questo momento abbiamo tutti una cosa in comune: siamo fuori allenamento. Perciò...

...abbiamo deciso di tornare con una rassegna di articoli dedicati al libro "Improvisation at the Speed of Life" di TJ & Dave e Pam Victor. Non si tratta di una traduzione completa, ma di un riassunto delle tematiche affrontate dagli autori, capitolo per capitolo, per carpirne l'essenza e riflettere insieme. Nella nota metodologica qui sotto vi diciamo anche come ci piacerebbe coinvolgervi nell'evoluzione del progetto, per integrare le vostre note e i vostri appunti all'interno degli articoli, trasformandoli da bigini a raccolte di ricordi e impressi…

Impro Amsterdam 2018. Vale davvero la pena improvvisare in inglese?

Immagine
A volte invidio chi abbia assistito il mio percorso da Improvvisatore fino ad oggi, perché ha potuto assistere a una costante imperterrita costellazione di assoluti a cui non ho mai saputo adeguarmi.
"No ma sono troppo bravi, non potrei mai fare improvvisazione teatrale" - dissi più di 6 anni fa dopo aver visto il mio primo spettacolo. Quattro mesi dopo cominciavo il primo anno.

Nasce ImproWOW, genere e inclusione nell'improvvisazione

Immagine
Presentiamo con grande orgoglio la nascita di ImproWOW - Women or Whatever, un'iniziativa a livello mondiale che vuole contribuire a migliorare la scena improv dal punto di vista del genere, per una comunità improvvisativa più varia, rispettosa e inclusiva.

Il progetto nasce al Festival di Improvvisazione di Pandora, con un focus group chiamato Impra focus, in cui uomini e donne hanno discusso su questo tema, e dove abbiamo raccolto i primi dati per iniziare a dare alcune intuizioni e compiti da svolgere entro il prossimo festival. Abbiamo ricevuto molta attenzione, quindi abbiamo deciso di andare oltre e scavare più a fondo.

Goodbye Dubai

Immagine
Io sono laureata in Diritto internazionale. In realtà ci sono finita perché i miei volevano una laurea seria, e la carriera da designer o artista non li convinceva.
Poi alla fine sono diventata una designer, una giornalista, un'imprenditrice e un'Improvvisatrice.
A Dubai ho fatto fruttare per la prima volta la mia laurea: ho partecipato alla Conference di improvvisazione teatrale come rappresentante per l'Europa occidentale dell'International Theatresports Institute.

#yesandwebelieveyou: senza punti di domanda

Immagine
Sono 2 i motivi per cui non abbiamo ancora scritto un articolo sulla campagna #yesandwebelieveyou: in queste settimane il tempo a disposizione per analizzare tutta la faccenda è stato troppo poco (e la faccenda è complessa), ma soprattutto, è un tema che, per me, non riguarda l'improvvisazione. Riguarda un po' la vita di tutti e di tutto.