giovedì 30 aprile 2015

10 consigli di vita dai corsi di impro

Oggi e proprio oggi dovevo finire di tradurre quest’articolo di Andrew Tarvin.
All’inizio, leggendolo, non ero del tutto convinta che mi piacesse. Pensavo: troppi parallelismi con la vita.
Invece ieri sera, durante una conversazione al telefono, sono stata testimone di una delle scelte più coraggiose (bold choice) che abbia mai sentito e mi ha intrigata, mi è interessato vedere come andava a finire questa scelta. Ero partner e spettatrice nello stesso momento, e ho deciso di reagire con il consiglio 8. Buona lettura!

martedì 14 aprile 2015

Inno alla sconfitta - Garfunkel & Oates

"Failure is not an option, it's a step"
(Il fallimento non è un'opzione, è un passaggio)

Quale Improvvisatore non si riconosce in questa frase?
L'errore è parte integrante della vita di ognuno,
e a volte è bene auto-ricordarselo.
Quando ce lo dimentichiamo,
ecco che arrivano Garfunkel & Oates
(le geniali Riki Lindhome e Kate Micucci)
con una canzone che sembra fatta apposta per noi.

Così l'abbiamo sottotitolata
e ve la proponiamo qui sotto.

Dedicata a tutti i meravigliosi perdenti.



O, con le parole di Neil Gaiman:
Se stai commettendo errori,
significa che sei là fuori
e ti stai dando da fare.
- Neil Gaiman



lunedì 6 aprile 2015

The Zen of Improv: Esistono “Giusto” e “Sbagliato”? - Pam Victor

Pam and poodle
Qualche mese fa ho messo in preordine il libro "Improvisation at the Speed of Life: The TJ and Dave Book".
Di Tj and Dave abbiamo già accennato in qualche post precedente del blog: sono riconosciuti, sia come duo che come singoli, tra i migliori Improvvisatori sul pianeta; coautrice del libro è Pam Victor, che non conoscevo.
Pam, come ci dice sul suo sito, è "Improvvisatrice, autrice, giornalista, insegnante e una bella persona"; mi sono appassionato subito al suo blog che contiene tantissimi spunti e approfondimenti interessanti.
Come abitudine di Improvvisatori.it, l'abbiamo contattata per chiederle il permesso di tradurre alcuni dei suoi scritti per la comunità improvvisativa italiana e Pam è stata gentilissima e disponibilissima, per cui vi proponiamo oggi il primo post di una serie che vi offriremo, come dice Pam, nel nostro "sexy language".
Il primo articolo è tratto dalla serie "The Zen of Improv", ed è la prima parte di una riflessione sul giudizio nell'improvvisazione.